Martedì, 13 Marzo 2018 00:00

Ass. Donne Geometra - Servono almeno due illeciti per essere puniti per reato edilizio

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Servono almeno due illeciti per essere puniti per reato edilizio

«Il comportamento abituale – che scatta quando l’autore ha commesso almeno altri due illeciti, oltre a quello esaminato – non è assimilabile alla recidiva, che opera in un ambito diverso ed è fondata su un distinto apprezzamento, con la conseguenza che assumono rilievo anche reati commessi successivamente a quello per cui si procede, unitamente alla valutazione del comportamento dell’imputato dopo il delitto, significativo della sua non abitualità alla commissione di reati».

Tale principio è una novità assoluta ed è stato fissato nella sentenza di Cassazione n. 4123 del 29 gennaio 2018 (allegata). Il caso esaminato riguarda il direttore tecnico di una società appaltatrice trovatasi immischiata in una questione di abuso edilizio, il quale è stato giudicato come «non punibile per particolare tenuità del fatto». L’abuso in questione, tra l’altro, è stato sanato a strettissimo giro dal suo compimento.

La Cassazione ha ritenuto che la non punibilità del fatto si deve alla non abitualità del comportamento penalmente illecito. I lavori messi in discussione, infatti, erano iniziati previo rilascio dei permessi per poi continuare solo in minima parte dopo la decadenza del provvedimento. Tale comportamento, favorito anche dall’immediato intervento riparatore della ditta, a favorito la «non abitualità» dello stesso. Senza contare il fatto che non sussistono gli altri due casi per considerarne l’abitualità.

Si allega la Sentenza