News

Notizie su argomenti, aspetti tecnici, .. di interesse dei Geometri

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Cassazione Penale: Sopraelevazione in legno e conglomerato cementizio

La Sezione penale della Cassazione, con la sentenza n. 17085 del 2016 (allegata alla presente), ha affermato che la sopraelevazione in legno e con pareti perimetrali in muratura, pur essendo un abuso edilizio non configura una violazione delle norme che regolano i conglomerati cementizi.

Nel caso analizzato dalla Cassazione, l’imputato ha sopraelevato un manufatto con una struttura portante realizzata con travi e pilastri di legno e pareti perimetrali costruite in muratura, che non ha comportato la utilizzazione né di cemento armato né di altri elementi strutturali in metallo.

Mercoledì, 29 Marzo 2017 00:00

Ass. Donne Geometra - Sospensione Cartella Equitalia In evidenza

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Sospensione Cartella Equitalia

Chi ritiene che la richiesta di pagamento presente nella cartella o nell'avviso non sia dovuta può chiedere a Equitalia di sospendere le procedure di riscossione per far verificare all’ente creditore la situazione.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Se Equitalia non risponde all’ istanza entro 220 giorni il debito è annullato

Chi ha ricevuto un qualsiasi atto di Equitalia, e ritiene che quanto consegnato non sia legale, può avanzare istanza nei confronti dell'istituzione. E se quest'ultima non fornisce adeguata risposta entro il tempo limite di 220 giorni, il debito (legittimo o illegittimo che sia) accumulato viene annullato definitivamente.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Negoziazione assistita e separazione: cessione di immobile senza notaio

Secondo una recente pronuncia di merito (Tribunale di Pordenone, decreto 17 marzo 2017 – allegata alla presente), ai fini della trascrizione degli atti di trasferimento immobiliare eventualmente contenuti in un accordo di negoziazione assistita in materia di famiglia, ex art. 6, d.l. n. 132/2012, non è necessaria l’ulteriore autenticazione delle sottoscrizioni da parte di un pubblico ufficiale a ciò autorizzato, richiesta dal terzo comma del precedente art. 5.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Le consultazioni ipotecarie e catastali sugli immobili sono gratuite se a richiederle è il titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento

Le consultazioni ipotecarie e catastali sugli immobili sono esenti da tributi se a richiederle è il titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento. È questa la precisazione contenuta nella circolare n. 3/E del mese di marzo (allegata alla presente), con cui l’Agenzia delle Entrate fa il punto sulle modalità di accesso ai servizi di consultazione delle banche dati ipotecaria e catastale, sia per via telematica che presso gli uffici, e sulle tipologie di documenti consultabili. In particolare, viene chiarito il concetto di “consultazioni personali”, che godono di una specifica esenzione dai tributi speciali e dalle tasse ipotecarie normalmente dovuti.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - I gazebo stagionali non sono opere precarie

Nel caso in cui deceda il proprietario dell'unità immobiliare, ubicata in condominio, sorge il problema di individuare il soggetto nei confronti del quale avanzare la richiesta di pagamento degli oneri condominiali. Si ricorda, infatti, che a seguito della riforma del condominio (legge 220/2012) grava sull'amministratore l'obbligo di agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dall'obbligato, entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il credito esigibile è compreso, salvo dispensa dell'assemblea (art. 1129 c. 9 c.c.).
In linea generale, gli oneri condominiali inevasi restano a carico degli eredi.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - I gazebo stagionali non sono opere precarie

Un gazebo stagionale utilizzato per attività commerciale deve considerarsi un manufatto non precario, ma funzionale a soddisfare esigenze permanenti, idoneo ad alterare lo stato dei luoghi, con un sicuro incremento del carico urbanistico, a nulla rilevando la precarietà strutturale del manufatto, la rimovibilità della struttura e l’assenza di opere murarie. Il manufatto non precario (gazebo, dehor o chiosco) non è deputato a un uso per fini contingenti ma è destinato a un utilizzo reiterato nel tempo in quanto stagionale.