Il Collegio di Lecce a Bologna per il 45° Congresso Nazionale Geometri

02 Dic 2019

 

Il Collegio di Lecce a Bologna per il 45° Congresso Nazionale Geometri

Si è concluso pochi giorni fa a Bologna il 45°Congresso Nazionale Geometri al quale, come Collegio di Lecce, abbiamo partecipato con una nutrita delegazione di consiglieri, guidata dal presidente Luigi Ratano e dal presidente emerito Eugenio Rizzo. Mai come in questa edizione, intitolata “Geometri: connessi al futuro, progettiamo il domani”, è stato importantissimo incontrarsi e riflettere insieme sulle trasformazioni in atto per la categoria – dalla rivoluzione digitale al ruolo dei professionisti in un contesto economico-sociale in costante evoluzione – attraverso la partecipazione attiva degli iscritti. E proprio questo è stato il valore aggiunto del 45° Congresso, la partecipazione attiva e l’ascolto di tutti i delegati dei vari Collegi italiani nell’ambito di ben 16 tavoli tematici (#Professione: progettiamo il domani, #Mercato e innovazione, #Orientamento scolastico, #Evoluzione normativa e opportunità, #Topografia e Geomatica, #CTU e Mediazioni, #Protezione civile, #Amministrazione di condominio e B.M., #Agricoltura, #Progettazione, #Catasto, #Cantieristica e Sicurezza, #Valutazioni immobiliari e Due diligence, #Antincendio, #Salubrità degli edifici, #Ambiente e Territorio) che ci hanno offerto una molteplicità di stimoli, idee e occasioni di confronto. Una modalità che abbiamo apprezzato davvero tanto, i risultati sono già ottimi, ci caricano di entusiasmo e per questo merito va dato al presidente del Consiglio nazionale Geometri, Maurizio Savoncelli, al vice presidente Ezio Piantedosi, al presidente della Cassa Geometri Diego Buono e, naturalmente, a tutti i consiglieri di Cng e Cassa Geometri.

La nostra delegazione, in particolare, ha visto protagonisti nei diversi tavoli tematici i consiglieri Sebastiano Cacciatore, Federico Cortese, Paolo Nitto, Giuseppe Nobile, Angelo Rizzoe Antonio Vergara, oltre al presidente emerito Rizzo e al presidente Ratano, il quale ha sottoposto all’attenzione del Cng un documento con una serie di idee e proposte (scaturite dal confronto con tutte le commissioni del nostro Collegio) che sono state subito condivise e apprezzate.

 

(altro…)


Continua

Al via la campagna di orientamento scolastico “Diventa geometra – misurati col futuro”

06 Nov 2019

 

“Diventa geometra – misurati col futuro” è il titolo della campagna di orientamento scolastico ideata dal Consiglio dei Geometri di Lecce e dal Presidente Luigi Ratano, con il supporto dell’Ufficio Stampa coordinato da Flavia Serravezza e dello studio di comunicazione Pazlab, per raccontare ai giovani studenti, in procinto di scegliere la scuola secondaria superiore più adatta per il loro futuro, cosa significhi diventare Geometra oggi. 

Non è mai facile raccontarsi ma la nostra storia e soprattutto il cambiamento in atto, in tutti i settori ma in particolare in quelli in cui la tecnologia ha un forte impatto nella quotidianità, ci aiutano nell’attivare con i ragazzi e le ragazze con i quali intendiamo parlare e con i loro genitori che li sostengono e li accompagnano nella scelta, un canale di comunicazione efficace e dinamico. 

Gli elementi che vogliamo mettere in evidenza, attraverso questa campagna di orientamento, sono diversi: la possibilità di poter avviarsi al lavoro in un tempo breve rispetto a percorsi che necessitano dell’Università, il grande livello di innovatività degli strumenti tecnologici che il geometra utilizza quotidianamente e di conseguenza la dinamicità del lavoro che svolge, ma anche il ruolo stesso del geometra nel contribuire a generare un impatto sociale positivo nella tutela dell’ambiente e nella progettazione, costruzione e trasformazione delle città e dei sistemi urbani. 

Diventa geometra è un invito a conoscere e intraprendere una professione antica ma oggi più che mai attuale e necessaria. 

Ricordando sempre che il futuro è già qui, intorno a noi e cammina sulle gambe dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze. 

Ecco i link degli Istituti Tecnici con indirizzo CAT – Costruzioni, Ambiente, Territorio (geometri) della nostra provincia di Lecce. Vi invitiamo a esplorarne l’offerta formativa. 

“Galilei – Costa” – Lecce 

https://www.galileicostascarambone.edu.it/ 

“A. Meucci” – Casarano 

http://www.iismeucci.edu.it/ 

“A. Cezzi De Castro” – Maglie

https://www.iisscezzidecastromoro.edu.it/ 

“E. Vanoni” – Nardò 

https://www.istitutovanoninardo.edu.it/


Continua

Comunicato Stampa – RESOCONTO CONVEGNO “IN MEMORIA DI MARCO MASSANO – GIORNATA DI RIFLESSIONE SUL RUOLO E I RISCHI DELLA PROFESSIONE DEL GEOMETRA”

25 Ott 2019

 comunicato stampa

Sabato 26 ottobre  

“Più sicurezza per i professionisti che svolgono attività di operatore di giustizia e un fondo per i familiari delle vittime”

 Le proposte del Collegio Geometri di Lecce al convegno  

in ricordo di Marco Massano  

La categoria si è confrontata questa mattina sul tema con magistrati e politici  

Presente anche il vice prefetto Marilena Sergi 

Intitolata la sala formazione del Collegio al collega di Asti ucciso per una perizia immobiliare da un 90 enne che temeva di perdere la casa

 

Lecce, 26 ottobre 2019 – Grande partecipazione questa mattina a Lecce per la giornata dedicata a Marco Massano, il geometra 44enne ucciso per una perizia immobiliare a novembre dello scorso anno a Portacomaro, in provincia di Asti, da un novantenne che gli ha sparato per paura di perdere la casa sotto pignoramento. 

Esponenti politici, rappresentanti di varie categorie professionali, magistrati ed anche il vice prefetto di Lecce, Marilena Sergi, hanno preso parte all’iniziativa organizzata dal Collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Lecce col patrocinio del Consiglio nazionale Geometri e della Cassa Geometri, per riflettere sulla situazione della sicurezza dei professionisti che svolgono attività di operatore di giustizia e sulla possibilità di istituire un fondo da destinare alle famiglie delle vittime che, come Marco Massano, hanno perso la vita sul lavoro.

Non sono mancanti momenti emozionanti quando a prendere la parola è stata Sara Tonon, moglie di Massano e madre dei loro tre figli, alla quale è stata donata una targa commemorativa. La sala formazione del Collegio è stata inoltre intitolata alla memoria del geometra piemontese “affinché la sua scomparsa – recita la motivazione – diventi monito per tutti, a garanzia di un impegno costante per la legalità e giustizia sui luoghi di lavoro”.

“Il ricordo della tragedia accaduta al collega non deve essere fine a se stesso, perché il problema della sicurezza è generale e riguarda da vicino non solo i magistrati, agenti e militari delle forze dell’ordine, ma anche i professionisti che svolgono attività di operatore di giustizia come stava facendo il geometra Massano, incaricato per un perizia dal tribunale locale», ha detto Luigi Ratano, presidente del Collegio Geometri di Lecce. “Su questo si discute poco – ha aggiunto – e per questo abbiamo voluto promuovere un confronto costruttivo con magistrati e politici, ai quali chiediamo il necessario sostegno alla proposta di istituire un fondo per i familiari delle vittime e di prevedere idonee misure di sicurezza per gli operatori di giustizia, tenendo presente che i pericoli aumentano esponenzialmente quando ci si trova a operare in territori come il nostro, dove la criminalità organizzata è tutt’altro che in letargo”. 

 

(altro…)


Continua

Rassegna Stampa del 23/10/2019 – “PROFESSIONI AL BIVIO DOPO LA CRISI”

23 Ott 2019

“PROFESSIONI AL BIVIO DOPO LA CRISI”.
Il Collegio dei Geometri di Lecce interviene sul tema per ribadire ancora una volta il grande investimento che stiamo facendo sulle nuove generazioni.
Crediamo che sia nostra responsabilità costruire un futuro nuovo e dare una prospettiva concreta alla professione. Proprio questo è stato rimarcato dal nostro Presidente Ratano sul Nuovo Quotidiano di Puglia online di oggi: «Oltre alla progettazione dell’edilizia si sono aperti altri mondi, come la sicurezza, la certificazione energetica, le valutazioni immobiliari che sono, in pratica, equiparate a quelle che fanno ingegneri e architetti. Per certi aspetti abbiamo le stesse competenze. Facciamo stime, estimi, tecniche di accatastamento, successioni che ci permettono di avere questo tipo di redditività. Senza dimenticare che la nostra professione, può essere svolta anche da dipendente, partecipando a concorsi, entrando negli enti pubblici vista anche la crisi dell’edilizia che ha condizionato tanti aspetti del mondo del lavoro. La nostra formazione invece è vincente perché permette di avere subito un riscontro, alla fine del ciclo di istruzione superiore».
#diventageometra

IMG-20191023-WA0019.jpg
IMG-20191023-WA0018.jpg


Continua

Comunicato Stampa – Convegno IN MEMORIA DI MARCO MASSANO – Lecce, 26 ottobre 2019

22 Ott 2019

comunicato stampa 

Sabato 26 ottobre, ore 9.30 

Collegio dei Geometri, Lecce, via Duca degli Abruzzi, 49 

“IN MEMORIA DI MARCO MASSANO” 

Giornata di riflessione sul ruolo e i rischi 

della professione del geometra 

Sarà presente Sara Tonon, moglie del geometra ucciso nell’Astigiano da un 90enne

lo scorso novembre per una perizia relativa a un pignoramento

Nel corso della giornata la sala formazione del Collegio di Lecce sarà intitolata

alla memoria di Massano

Ratano: “Servono misure di sicurezza per i professionisti che svolgono attività di operatore di giustizia e un fondo per le famiglie delle vittime sul lavoro”

Lecce, 26 ottobre 2019 – Un convegno per mobilitare politica e coscienze, per non dimenticare chi ha perso la vita solo perché stava lavorando. “In memoria di Marco Massano” è il titolo della giornata di riflessione sul ruolo e i rischi della professione del geometra in programma sabato 26 ottobre a Lecce, in via Duca degli Abruzzi 49, nella sede del Collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Lecce che organizza l’iniziativa con il patrocinio del Consiglio nazionale Geometri e della Cassa Geometri.  

(altro…)


Continua

Comunicato Stampa – Convegno di Studi “Leonardo da Vinci e il Salento a cinquecento anni dalla morte (1519-2019)”

07 Ott 2019

 comunicato stampa

CONVEGNO DI STUDI

“LEONARDO E IL SALENTO”

A CINQUECENTO ANNI DALLA MORTE (1519-2019)

 

Lecce, 11 ottobre, palazzo Codacci-Pisanelli (aula Ferrari)

Galatone, 12 ottobre, museo delle macchine di Leonardo

Nel cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, venerdì 11 e sabato 12 ottobre a Lecce e a Galatone si accendono i riflettori sulla vita e le opere dell’illustre genio delle arti. “Leonardo da Vinci e il Salento” è il titolo del convegno di studi organizzato dal Dipartimento di Beni culturali dell’Università del Salento, dal Seminario di Storia della Scienza e dalla sezione di Lecce della Società di Storia Patria, con la collaborazione della costituenda Rete territoriale delle professioni tecniche che vede insieme il Collegio provinciale geometri e geometri laureati di Lecce e gli Ordini professionali degli ingegneri, architetti, periti industriali, agronomi e geologi della provincia di Lecce. 

 

(altro…)


Continua

Comunicato Stampa GAL Porta a Levante – pubblicazione bandi GAL Porta a Levante interventi 2.1 – 2.2 – 2.3

08 Lug 2019

Comunicato stampa

 Pubblicazione bandi GAL Porta a Levante interventi 2.1 – 2.2 – 2.3 

San Cassino, 26.06.2019

Prot. 169

Preg.mi Presidenti,al fine di dare massima diffusione delle opportunità dedicate al territorio, si comunica che lo scrivente GAL Porta a Levante scarl ha pubblicato sul proprio sito web www.galportaalevante.it i seguenti bandi pubblici:

– 2.1 – “Pacchetto multimisura per l’avvio e lo sviluppo di attività agricole multifunzionali per rafforzare l’offerta turistica dell’area”;
– 2.2 – “Botteghe dell’artigianato artistico e laboratori del gusto per la lavorazione e trasformazione di prodotti agricoli locali”; 
– 2.3 – “Sviluppo di servizi di ospitalità per rafforzare l’offerta turistica (piccola ricettività)”.
Si allega comunicato stampa.
 
Cordiali saluti
 
Il Presidente del 
GAL Porta a Levante  

dr. Gabriele Petracca

Sede GAL Porta a Levante

San Cassiano, Via Pisanelli 2

COMUNICATO.pdf


Continua

AVVISO CHIUSURA SEGRETERIA DEL COLLEGIO 26/04/2019

23 Apr 2019

Si comunica che la Segreteria del Collegio rimarrà chiusa al pubblico il giorno 26 APRILE 2019 in occasione della festività del 25 aprile p.v..

Si fa presente che il convegno del 26/04/2019 si svolgerà comunque nella Sala Corsi del Collegio (2° piano), pertanto, rimane confermata ed invariata la programmazione dell’Invito convegno “Reddito Energetico” – Illustrazione Proposta di Legge regionale recante “Istituzione del Reddito energetico regionale” – Lecce 26/04/2019

Cordiali Saluti.

Il Presidente
Geom. Luigi Ratano


Continua

Circolare Collegio – Comunicazioni

18 Apr 2019

Caro Collega,

apprendiamo oggi dall’Ufficio Territorio dell’Agenzia delle Entrate di Lecce che per la prossima settimana, dal 22 al 26 aprile, presso l’ufficio sarà presente personale in numero molto limitato per le attività di front-office.

Te lo segnalo credendo di farti cosa gradita, in modo da evitare di recarti in ufficio, se non per situazioni urgenti.

Cordiali saluti.

Il Presidente

Geom. Luigi Ratano

 


Continua

Comunicato Stampa – PPTR, CANTIERI BLOCCATI – L’ALLARME DELLE PROFESSIONI TECNICHE E DELLE ASSOCIAZIONI DATORIALI SALENTINE

06 Mar 2019

Comunicato stampa

 PPTR, PROFESSIONI TECNICHE E ASSOCIAZIONI DATORIALI SALENTINE LANCIANO L’ALLARME:

“CRITICITÀ NELL’ADEGUAMENTO DEGLI STRUMENTI URBANISTICI E UN NUMERO ABNORME DI CANTIERI BLOCCATI”

Presentato un documento congiunto in Regione

 Le richieste: attivazione di tavoli di coordinamento, snellimento delle procedure e univoca interpretazione di alcuni punti nevralgici del Pptr

 in particolare per territori costieri e “fasce escluse”

  Si è tenuta il 6 marzo a Bari l’audizione dei rappresentanti territoriali delle professioni tecniche (ingegneri, geometri, periti industriali, agronomi-forestali, geologi) e delle associazioni datoriali Ance e Confartigianato Lecce, nella V Commissione del Consiglio regionale, sulle problematiche inerenti le attività edilizie collegate al PPTR (Piano Paesaggistico Territoriale Regionale) e alle disposizioni interpretative della Regione Puglia.

La delegazione salentina ha presentato un documento nel quale evidenzia le criticità che lo strumento di pianificazione territoriale ha generato nella sua applicazione in particolari condizioni urbanistiche/paesaggistiche che coinvolgono prevalentemente le aree costiere, ma anche i piani particolareggiati, lottizzazioni ecc. dell’entroterra, già avviati prima dell’entrata in vigore del Piano Paesaggistico Territoriale ed avanza precise richieste, proponendo anche un percorso amministrativo sostenibile che consenta di avviare un processo di aggiornamento, integrazione/correzione del PPTR Puglia, nella consapevolezza che gli interlocutori del processo suggerito sono MIBAC e Regione Puglia.

“La Puglia – si legge nel documento – ha pioneristicamente realizzato uno strumento, il PPTR, che si configura come nobile tentativo di rappresentare cartograficamente i beni definiti dal Codice Urbani, al fine di consentire le più efficaci azioni di tutela del nostro territorio. Pur tuttavia, tutti noi siamo ben consapevoli delle difficoltà che comporta un’iniziativa così nobile, ma estremamente complessa per una serie di ragioni, la principale delle quali è costituita dal tempo che sarebbe stato necessario per eseguire sopralluoghi a tappeto su tutto il territorio regionale, così da scongiurare errori di rappresentazione che oggi nei fatti emergono e che devono essere corretti con i meccanismi che lo stesso PPTR prevede al suo interno. Un altro fattore probabilmente a suo tempo non tenuto in debito conto è legato ai tempi tecnici di risposta di tutti i Comuni della Regione, schiacciati tra limitatissime risorse economiche e uffici tecnici carenti delle opportune figure professionali o di personale non sempre adeguatamente formato.Questo ha causato un generalizzato mancato rispetto dei tempi assegnati per l’adeguamento degli strumenti urbanistici comunali al PPTR e, in attesa del perfezionamento dell’iter di messa a regime dello strumento di tutela paesaggistica, si sta determinando il blocco di un numero inaccettabilmente abnorme di cantieri. Vi è da aggiungere – prosegue il documento – che alcune Soprintendenze hanno letto e leggono le norme di attuazione del PPTR seguendo percorsi interpretativi, non sempre coerenti con le finalità di tutela del Piano, che oggi rappresentano un ulteriore irragionevole fermo di gran parte dell’attività edilizia ed urbanistica, con particolare riferimento ai comuni costieri”.

Nel documento (in allegato nella sua versione integrale, ndr) sono elencati alcuni dei più significativi punti di criticità ai quali si ritiene debba essere data risposta e soluzione nel più breve tempo possibile, nell’interesse del territorio, della sua economia e, di conseguenza, per una più efficace tutela dei beni ambientali comuni. Il primo punto, in particolare, riguarda le aree marittime a carattere turistico-ricettivo interessate dal vincolo “Immobili ed aree di notevole interesse pubblico”, per le quali vengono interamente inibite le attività edilizie. “Tale inibizione, oltre a destare enormi problematiche di carattere socio-economico, comporta tra l’altro dei veri scompensi urbanistici proprio perché trattasi di lotti liberi, residuati nell’ambito del tessuto urbano oramai definito, soggetti necessariamente ad un completamento onde evitare una visione complessiva dell’agglomerato urbano con porzioni di territorio spesso abbandonati al degrado assoluto”.

Si rileva inoltre che “nella pratica concreta la quasi totalità dei piani attuativi sono scaduti, anche per via dell’ interpretazione restrittiva fornita dalla Regione, generando una casistica che, invece della tutela paesaggistica del territorio, ne determina un disvalore”. Infine, si sottolinea che “molti comuni costieri della Puglia (ma non solo) sono interessati da tali problematiche” e “che detta norma non solo comprime la possibilità di edificare in maniera urbanisticamente ordinata, ma con i piani già in fase realizzativa, spinge inevitabilmente a favorire deteriori fenomeni di abusivismo”. Pertanto, si chiede alla Regione Puglia:

  1. L’attivazione di tavoli di coordinamento Ordini/Regione, anche divisi per aree geografiche di competenza, per sciogliere alcune criticità interpretative e concludere gli adeguamenti in itinere (classificabili per tipologie edilizie/urbanistiche/ambientali/paesaggistiche). Tavoli tecnici aperti alle rappresentanze delle categorie professionali, sindacali e datoriali interessate allo sviluppo sostenibile del nostro territorio con l’obiettivo di fornire agli organi preposti un contributo per individuare le soluzioni ottimali;
  2. L’adozione di Protocolli di Intesa (anche per ambiti provinciali di competenza delle Soprintendenze) per finalizzare e definire alcune annose questioni tecniche e metodologiche, che stanno paralizzando la pianificazione costiera e impedendo di fatto una qualunque iniziativa imprenditoriale;
  3. Lo snellimento delle procedure di cui all’art. 104 delle N.T.A. del PPTR “Aggiornamento e revisione”, posto che elementi di ricognizione e contestuale localizzazione delle specificità architettoniche, paesaggistiche e naturalistiche potrebbero essere fornite (anche a supporto di eventuali sopralluoghi, qualora risultasse necessario) come perimetrazioni tematiche geo referenziate, e prodotte secondo standard che la Regione stessa potrebbe stabilire.

Infine, ed in sintesi, si chiede alla Regione Puglia che, di concerto con il MIBAC, fornisca univoche interpretazioni su alcuni punti nevralgici del PPTR, con particolare riguardo alla questione dei “Territori Costieri” e delle cosiddette “fasce escluse”. 

documento_integrale_Audizione_Regione_PPTR_06.03.2019_2.pdf


Continua