News

Notizie su argomenti, aspetti tecnici, .. di interesse dei Geometri

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Non c'è rimborso Iva per l'acquisto della nuda proprietà di un immobile

L’acquisto della sola nuda proprietà di un immobile, che non venga in rilievo come bene-merce, non è suscettibile di generare un’imposta rimborsabile o detraibile per carenza della possibilità giuridica di destinare il bene in funzione degli scopi dell’impresa, e quindi del requisito di inerenza.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Lavori sotto tensione, pubblicato il nuovo elenco dei soggetti abilitati e dei formatori

Il Ministero del Lavoro, con il Decreto direttoriale n. 2 del 16 gennaio 2018, ha adottato gli elenchi, di cui al punto 3.4 dell'Allegato I del Decreto ministeriale 4 febbraio 2011, dei soggetti abilitati per l'effettuazione dei lavori sotto tensione e dei soggetti formatori ai sensi dell'articolo 82, comma 2, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Il nuovo elenco sostituisce integralmente il precedente, allegato al Decreto direttoriale del 1 giugno 2017.

Si allega il Decreto

 

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Distanze in Edilizia/Sentenza

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria con la Sentenza n. 138/2018 del 17/1/2018 ha stabilito che la pubblica amministrazione può intervenire anche sullo strumento della cessione di cubatura (o asservimento), poiché l’autonomia negoziale delle parti è limitabile dalla PA solo espressamente ed a chiare e specifiche condizioni. Inoltre, le distanze tra pareti di edifici ex art. 9, comma 1, D.M. 1444/1968 valgono non solo per le finestre, ma anche per le luci e trovano applicazione anche quando solo una delle pareti antistanti risulta finestrata e non entrambe.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Distanze in Edilizia/Sentenza

Il rivestimento dei parapetti e delle solette dei balconi sono parti comuni di un edificio in quanto contribuiscono a renderne esteticamente gradevole la facciata. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, infatti con la sentenza n. 30071/2017 i giudici della Corte di Cassazione, confermando la decisione della Corte di Appello di Napoli, hanno chiarito che parapetto e soletta dei balconi, se svolgono una prevalente funzione estetica dell’edificio, rientrano nelle parti comuni definite dall’articolo 1117 del Codice civile.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Condono Edilizio in zona sismica: l'edificio va demolito

Nelle zone sismiche gli abusi edilizi che compromettono la stabilità di un edificio vanno abbattuti, anche se sono stati oggetto di condono, a meno che non si sia in grado di dimostrare il rispetto delle specifiche disposizioni dettate dalle leggi antisismiche e dunque che la sopraelevazione e la struttura sottostante sono idonee a fronteggiare il rischio sismico. A chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n.  2115/2018. «In zona sismica, la sopraelevazione irrispettosa della specifica normativa tecnica deve considerarsi di per sé pericolosa e dunque va abbattuta anche se condonata».

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Istat: abitazioni deprezzate dell'8% fra 2011 e 2016

Tra il 2011 e il 2016 il valore dello stock di abitazioni si è deprezzato dell’8%. È quanto emerge dal report dell'Istat “La ricchezza non finanziaria in Italia. Stima del valore delle principali attività non finanziarie per settore istituzionale. Anni 2005-2016”.

Le fonti a disposizione per la valutazione dello stock di immobili non residenziali permettono di stimarne il valore soltanto a partire dal 2005.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Introduzione del BIM dal 27 gennaio 2018

L’obbligo del Bim entra in vigore nel 2019 per le grandi opere pubbliche secondo il  calendario fissato dal decreto Bim (Dm Infrastrutture n.560/2017pubblicato da Mit lo scorso 12 gennaio).

Il primo appuntamento concreto scatterà appunto nel 2019 e riguarderà tutti i progetti pubblici di importo superiore a cento milioni. Poi, dal primo gennaio 2020, si passerà alle opere di importo superiore ai 50 milioni. Dal 2021 a quelle superiori ai 15 milioni. Fino al 2025, quando saranno coinvolte dall’obbligo di utilizzare il Bim nella progettazione e gestione anche le opere sotto il milione.