News

Notizie su argomenti, aspetti tecnici, .. di interesse dei Geometri

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Tar Calabria: gli oneri di sicurezza aziendale vanno indicati separatamente

In caso di offerta economica l’operatore ha l’obbligo di indicare separatamente i costi della manodopera e gli oneri di sicurezza aziendale; neanche il ricorso al soccorso istruttorio può sanare l’omessa indicazione separata di tali oneri. Questo quanto chiarito dal Tar Calabria con la sentenza 7 febbraio 2018, n. 337 – che si allega alla presente.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Servono almeno due illeciti per essere puniti per reato edilizio

«Il comportamento abituale – che scatta quando l’autore ha commesso almeno altri due illeciti, oltre a quello esaminato – non è assimilabile alla recidiva, che opera in un ambito diverso ed è fondata su un distinto apprezzamento, con la conseguenza che assumono rilievo anche reati commessi successivamente a quello per cui si procede, unitamente alla valutazione del comportamento dell’imputato dopo il delitto, significativo della sua non abitualità alla commissione di reati».

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Sequestro immobile e incidenza sul carico urbanistico

L’incidenza di un intervento edilizio sul carico urbanistico deve essere considerata con riferimento all’aspetto strutturale e funzionale dell’opera ed è rilevabile anche nel caso di una concreta alterazione della originaria consistenza sostanziale di un manufatto in relazione alla volumetria, alla destinazione o alla effettiva utilizzazione tale da determinare un mutamento dell’insieme delle esigenze urbanistiche valutate in sede di pianificazione con particolare riferimento agli standard fissati dal D.M. 1444\68. Pertanto le non rilevanti dimensioni dell’ampliamento di un immobile, non costituisce pericolo anche relativamente al carico urbanistico, infatti esso  deve presentare il requisito della concretezza, in ordine alla sussistenza del quale deve essere fornita dal giudice adeguata motivazione (Sez. 3, n. 4745 del 12/12/2007 (dep.2008), Giuliano, Rv. 23878301; conf. Sez. 6, n. 21734 del 4/2/2008, P.M. in proc. Bianchi e altro, Rv. 240984; Sez. 2, n. 17170 del 23/4/2010, De Monaco, Rv. 246854; Sez. 3, n. 6599 del 24/11/2011 (dep.2012), Susinno, Rv. 252016; Sez. 3, n. 52051 del 20/10/2016, Giudici, Rv. 268812).

Si allega la Sentenza

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Introduzione del BIM dal 27 gennaio 2018

L’obbligo del Bim entra in vigore nel 2019 per le grandi opere pubbliche secondo il  calendario fissato dal decreto Bim (Dm Infrastrutture n.560/2017pubblicato da Mit lo scorso 12 gennaio).

Il primo appuntamento concreto scatterà appunto nel 2019 e riguarderà tutti i progetti pubblici di importo superiore a cento milioni. Poi, dal primo gennaio 2020, si passerà alle opere di importo superiore ai 50 milioni. Dal 2021 a quelle superiori ai 15 milioni. Fino al 2025, quando saranno coinvolte dall’obbligo di utilizzare il Bim nella progettazione e gestione anche le opere sotto il milione.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Istat: abitazioni deprezzate dell'8% fra 2011 e 2016

Tra il 2011 e il 2016 il valore dello stock di abitazioni si è deprezzato dell’8%. È quanto emerge dal report dell'Istat “La ricchezza non finanziaria in Italia. Stima del valore delle principali attività non finanziarie per settore istituzionale. Anni 2005-2016”.

Le fonti a disposizione per la valutazione dello stock di immobili non residenziali permettono di stimarne il valore soltanto a partire dal 2005.

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Condono Edilizio in zona sismica: l'edificio va demolito

Nelle zone sismiche gli abusi edilizi che compromettono la stabilità di un edificio vanno abbattuti, anche se sono stati oggetto di condono, a meno che non si sia in grado di dimostrare il rispetto delle specifiche disposizioni dettate dalle leggi antisismiche e dunque che la sopraelevazione e la struttura sottostante sono idonee a fronteggiare il rischio sismico. A chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n.  2115/2018. «In zona sismica, la sopraelevazione irrispettosa della specifica normativa tecnica deve considerarsi di per sé pericolosa e dunque va abbattuta anche se condonata».

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Distanze in Edilizia/Sentenza

Il rivestimento dei parapetti e delle solette dei balconi sono parti comuni di un edificio in quanto contribuiscono a renderne esteticamente gradevole la facciata. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, infatti con la sentenza n. 30071/2017 i giudici della Corte di Cassazione, confermando la decisione della Corte di Appello di Napoli, hanno chiarito che parapetto e soletta dei balconi, se svolgono una prevalente funzione estetica dell’edificio, rientrano nelle parti comuni definite dall’articolo 1117 del Codice civile.