Ass. Donne Geometra – Consiglio di Stato: i lotti interclusi

Si pubblica l’informativa dell’Associazione Nazionale Donne Geometra – Consiglio di Stato: i lotti interclusi

Il lotto che confina con un’altra area più vasta anch’essa inedificata non si può qualificare, dal punto di vista urbanistico, come ‘lotto intercluso’.

Lo ha ribadito il Consiglio di Stato (quarta sezione) con la sentenza n. 3293/2016 allegata alla presente. La nozione di lotto intercluso in tema di pianificazione urbanistica “ha una sua valenza quando non si rinviene spazio giuridico per un’ulteriore pianificazione (Cons. Stato Sez. IV 17/7/2013 n. 3880; idem 21712/2012 n. 6656), stante la presenza di sufficienti opere di urbanizzazione primaria e secondaria”. Anche se la zona è parzialmente urbanizzata, non si può prescindere “dalla previa approvazione di uno strumento attuativo proprio perché l’ulteriore edificazione espone la zona in cui è inserita l’area de qua al rischio di compromissione definitiva dei valori urbanistici, mentre la pianificazione attuativa può ancora conseguire l’effetto di correggere e compensare il disordine edificativo in atto nonché di assicurare un armonico raccordo con il preesistente aggregato abitativo”.

Si allega copia della Sentenza

 

 

Consiglio_di_Stato_sentenza_n.3293_20_luglio_2016.pdf