Ass. Donne Geometra – Responsabilità direttore dei lavori – Sentenza cassazione

Si pubblica l’informativa dell’Associazione Nazionale Donne Geometra – Responsabilità direttore dei lavori – Sentenza cassazione

La Corte di Cassazione con sentenza n. 18521 del 21 settembre 2016 ha respinto il ricorso di un direttore dei lavori.

La Corte ha stabilito che, in tema di contratto di appalto, nel caso in cui il danno subito dal condominio sia conseguenza dei concorrenti inadempimenti dell’impresa appaltatrice e del direttore dei lavori, entrambi devono rispondere solidalmente dei danni derivati dalla cattiva esecuzione delle opere.

Per la sussistenza della solidarietà è sufficiente che le azioni e le omissioni di ciascuno abbiano concorso in modo efficiente a produrre l’evento. Risulta irrilevante che le azioni costituiscano autonomi e distinti fatti illeciti o violazioni di norme giuridiche diverse.

In particolare la solidarietà fra coobbligati trova fondamento nel principio di cui all’art. 2055 cc., secondo cui:

“Se il fatto dannoso è imputabile a più persone , tutte sono obbligate in solido al risarcimento del danno. Colui che ha risarcito il danno ha regresso contro ciascuno degli altri, nella misura determinata dalla gravità della rispettiva colpa e dall’entità delle conseguenze che ne sono derivate. Nel dubbio, le singole colpe si presumono uguali”.

Pertanto la Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello di Torino, ritenendo che il direttore dei lavori sia responsabile in solido con l’impresa e che debba rispondere a titolo di responsabilità contrattuale.

Si allega copia del Testo della Sentenza ai soli Collegi Associati 

SentenzaCassazione_18521_2016.pdf